La legge regionale n. 15/2018 sugli incendi boschivi, successivamente modificata dalla L.R. 10 del 2019, oltre a normare la prevenzione e la lotta attiva agli incendi boschivi, introduce il divieto di abbruciamento del materiale vegetale e dei residui colturali del riso su tutto il territorio regionale (testo disponibile su Arianna al seguente indirizzo:

http://arianna.cr.piemonte.it/iterlegcoordweb/dettaglioLegge.do?urnLegge=urn:nir:regione.piemonte:legge:2018;15@2019-08-02&tornaIndietro=true

La legge regionale 15/2018 vieta su tutto il territorio regionale:

dal 1° novembre al 31 marzo di ogni anno: l'abbruciamento del materiale vegetale di cui all'articolo 182, comma 6 bis del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

dal 1° settembre al 31 marzo di ogni anno: l'abbruciamento dei residui colturali del riso. A tale divieto si deroga in presenza di suoli asfittici, ove l'interramento delle paglie generi un accumulo indesiderato di sostanza organica indecomposta. Tali suoli sono individuati mediante specifico provvedimento della Giunta regionale.

 Di seguito si riporta la nota esplicativa del 2019 emessa dalla Regione Piemonte:

2019_Nota Regione Piemonte_Abbruciamento materiale vegetale